Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

PROBLEMI & SOLUZIONI - Seleziona la voce di tuo interesse.

Per parlare di buona circolazione del sangue è necessario un flusso continuo di sangue tra il cuore e le estremità del corpo. Se questa funzione biologica base del flusso sanguigno viene ostacolata il risultato è la cattiva circolazione. I rimedi naturali utilizzati comunemente in cardiologia e medicina naturale possono invertire e aiutare a curare i sintomi della cattiva circolazione o favorire il mantenimento di un apparato cardiovascolare sano.

Per aumentare tonicità ed elasticità del sistema cardio-circolatorio vanno inseriti nella dieta alcuni cibi che, grazie al loro alto contenuto di vitamine C, PP, e K migliorano il metabolismo dei tessuti connettivali e mantengono fluido il sangue. Ad esempio lamponi, more e mirtilli tonificano le pareti venose, i capillari e il cuore. Pomodori e peperoni danno il giusto apporto di minerali (come potassio, fosforo e calcio), vitamina C e A, che hanno effetti antiossidanti.

Anche le bevande giuste possono dare un contributo importante alla salute del sistema circolatorio, ad esempio il tè verde e il tè nero abbassano i livelli di colesterolo nel sangue.

Invece per chi soffre di ipertensione arteriosa, cioè chi ha livelli elevati di pressione sanguigna, sono fondamentali tre aspetti: la dieta, l’attività fisica e la terapia.

È importante sottolineare che la terapia medica da sola non può diminuire i livelli di pressione arteriosa se non viene accompagnata ad una dieta iposodica e da una corretta attività fisica. Solo i pazienti che adottano un cambio di stile di vita hanno successo nel controllo della pressione.

Ritenzione di liquidi

La ritenzione idrica è la tendenza dell’organismo a trattenere liquidi, i quali si accumulano maggiormente nelle zone già predisposte all’accumulo di grassi come le cosce, i glutei e l’addome. La ritenzione idrica è un disturbo molto diffuso tra la popolazione, soprattutto femminile. Nel nostro paese infatti interessa circa il 30% delle donne. A provocare la ritenzione di liquidi vi sono numerose e diverse cause: alcune patologie, come la disfunzione cardiaca o renale, l’infiammazione, alcune forme allergiche, ma più spesso essa è causata da uno stile di vita sbagliato e da una alimentazione scorretta.

Betulla

Betula lenta L..

Parti usate:

Della Betulla si utilizzano le foglie, la corteccia e l’essenza (aetheroleum). Quest’ultima si ricava dalla stessa corteccia, che si stacca in placche dall’albero; viene raccol...

Composizione:

Il costituente principale di queste parti della Betulla è la Gaulterina. Trasforamta, soprattutto nell’olio essenziale, in salicilato di metile, dopo processo enzimatico che a...

Proprietà:

La Betulla favorisce la funzionalità articolare, interviene sulla regolarità del processo di sudorazione e contrasta gli stati di tensione localizzati.

Lespedeza

Lespedeza capitata Mich.

Parti usate:

Vengono utilizzate le foglie, le sommità fiorite oppure l’intera erba.

Composizione:

La Lespedeza contiene una miscela di catechine, tannini e flavonoidi (associati a glicosidi). Sono proprio i flavonoidi i principali responsabili delle proprietà di questa pian...

Proprietà:

La Lespedeza favorisce il drenaggio dei liquidi corporei , contribuendo anche alle funzionalità delle vie urinarie e alle funzioni depurative dell'organismo. Aiuta a mantenere l...

Ortica

Urtica dioica L..

Parti usate:

Vengono utilizzate le foglie, le sommità oppure la radice.

Composizione:

La pianta contiene principalmente amine, tra cui serotonina, istamina e acetilcolina. Inoltre sono presenti flavonoidi, una lecitina, carotenoidi, vitamina C e beta-sitosterolo...

Proprietà:

Le foglie e le sommità favoriscono le fisiologiche funzionalità depurative dell'organismo, la funzionalità delle vie urinarie e il drenaggio dei liquidi corporei. Inoltre contri...

Ortosifon

Orthosiphon stamineus Benth.

Parti usate:

Si raccolgono e utilizzano a scopo salutistico le foglie o l’intera erba fiorita.

Composizione:

L’ortosiphon contiene flavoni lipofili, olio essenziale e Sali di potassio.

Proprietà:

Le foglie e l’erba fiorita dell’ortosiphon sono indicate per favorire il drenaggio dei liquidi corporei e contribuire alla funzionalità delle vie urinarie.

Pilosella

Hieracium pilosella L..

Parti usate:

Della pilosella vengono usate le radici oppure l’intera erba.

Composizione:

Nella pilosella si trovano principalmente flavonoidi. Sono stati isolati inoltre composti derivanti dalla cumarina, altri importanti contenuti, rilevati però solo in tracce, so...

Proprietà:

L’erba viene indicata per favorire il drenaggio dei liquidi corporei. Contribuisce inoltre alla fluidità delle secrezioni bronchiali.

Tè verde

Camellia sinensis (L.) KUNTZE.

Parti usate:

Come è noto, si utilizzano le foglie.

Composizione:

La composizione del tè è molto complicata: sono presenti in varie quantità gli alcaloidi xantinici (caffeina, teofillina e teobromina), i tannini (che sono tra i costituenti pri...

Proprietà:

Il tè verde viene utilizzato per favorire il drenaggio dei liquidi corporei. Interviene sull’equilibrio del peso corporeo e contribuisce alla normale funzionalità intestinale. V...