Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

PROBLEMI & SOLUZIONI - Seleziona la voce di tuo interesse.

Accumulare grasso di scorta, di solito in punti sbagliati come cosce, gambe, fianchi e pancia, è una naturale tendenza del nostro organismo.

Il segreto per un dimagrimento duraturo, quindi, è cercare di seguire una dieta che non stravolga le nostre abitudini di vita o i nostri ritmi alimentari, ma che si inserisca in modo armonico nella nostra routine quotidiana. Prima di iniziare una dieta dimagrante è bene conoscere quanti chili si devono perdere. Troppi infatti, potrebbero creare problemi alla salute, mentre pochi verrebbero recuperati con rapidità rendendo inutile ogni precedente sforzo. Il metodo migliore per calcolare il peso ideale è quello che si basa sul BMI (indice di massa corporea): dividete il vostro peso espresso in kg per la statura espressa in metri e moltiplicatela per se stessa.

E’ bene ricordare infine che non bisogna cercare semplicemente di perdere i chili in eccesso velocemente, perché in questo modo si facilita solo l’insorgenza di disturbi alimentari: prima di tutto è importante che nella alimentazione ci sia un corretto bilanciamento tra carboidrati e proteine; inoltre risultano di notevole importanza alcuni oli alimentari e alcuni antiossidanti che possono appartenere a diverse categorie e che modificano in modo attivo il nostro metabolismo, aiutandoci a dimagrire in modo sano e nel rispetto del nostro corpo.

Appetito e controllo della fame

Diversamente dagli animali, per l'uomo la fame non è il semplice risultato di bisogni fisiologici. L’ipotalamo, influenzato da numerosi neurotrasmettitori ed ormoni, invia segnali che spingono o meno alla ricerca di cibo e che ci fanno provare fame o mancanza di appetito. In condizioni di digiuno è attivo il centro della fame, dopo il pasto prevale quello della sazietà. Tali centri ricevono innumerevoli segnali regolatori, alcuni dei quali più rilevanti degli altri. Ecco perché quando si parla di appetito si devono tenere in considerazione elementi anatomici, fisiologici, biochimici e psicologici che, nel loro insieme, portano alla fame. L'atto del mangiare infatti non indica necessariamente un bisogno di cibo, ma può nascondere ansie, timori e stress (fame nervosa).

Biancospino

Appartenente al genere Crataegus, il nome Biancospino viene associato a diverse specie.

Parti usate:

Per tutto il genere Crataegus ( azarolus, curvisepala, laevlgata , monogyna,nigra, oxyacantha medicu e pentagyna) le parti utilizzate per le preparazioni salutistiche sono fo...

Composizione:

Costituenti principali sono i flavonoidi, tra cui quercitina, vitexina e iperoside. Sono presenti anche amine, derivati xantici, vitamine e minerali.

Proprietà:

Per le relative parti usate ogni specie vanta un’azione sulla regolare funzionalità dell'apparato cardiovascolare con associata azione favorente la regolarità della pressione a...

Garcinia Cambogia

Garcinia cambogia (GAERNT) DESR.

Parti usate:

Vengono usati i frutti e la gommo-resina essudata da incisioni nella corteccia. Questa viene raccolta, fatta solidificare e poi venduta in masse informe o cilindriche di colore ...

Composizione:

Formata per il 20% da gomma, solubile in acqua, composta principalmente dagli eterosidi del gruppo degli arabani; per il restante 80% da resina.

Proprietà:

Sia i frutti che la gommo-resina della Garcinia cambogia favoriscono il metabolismo dei lipidi e l’equilibrio del peso corporeo contribuendo sul al controllo del senso di fame.

Glucomannano

Amorphophallus konjak Koch.

Parti usate:

Tuberi

Composizione:

La radice arriva a contenere fino al 40% di glucomannano, una fibra alimentare che assorbe acqua e si rigonfia fino a sessanta volte il suo peso.

Proprietà:

Il glucomannano contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. Nel contesto di una dieta ipocalorica il glucomannano contribuisce alla perdita di pes...