Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Azione anestetica locale e anti-infiammatoria della propoli

Azione anestetica locale e anti-infiammatoria della propoli

Dossier - Azione anestetica locale e anti-infiammatoria della propoli



L'azione anestetica locale della propoli è di buona entità, simile a quella di alcuni anestetici locali di origine chimica, e sembra dovuta a principi attivi contenuti nella parte balsamica.

L’azione anti-infiammatoria della propoli è dovuta soprattutto alla sua capacità di inibire l’azione di alcuni enzimi che stimolano la produzione di alcune sostanze, come ad esempio i leucotrieni, dotate di intensa azione favorente l’infiammazione.
L’azione anti-infiammatoria è molto utile perché utilizzando la propoli in persone con infezioni e infiammazioni delle prime vie aeree si combatte con lo stesso prodotto sia l’infezione batterica, virale o fungina sia l’infiammazione che ad essa in genere è associata.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: