Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Azione immunostimolante della propoli

Azione immunostimolante della propoli

Dossier - Azione immunostimolante della propoli



La propoli ha una valida azione immunostimolante ed è in grado di aumentare la resistenza dell'organismo contro virus e batteri, soprattutto stimolando l'attività dei globuli bianchi.
Sicuramente rilevanti a tal fine sono i flavonoidi e la vitamina C presenti in questa sostanza. Infatti è stato notato che la propoli provoca un aumento del numero di globuli bianchi e dei macrofagi e della loro capacità di attaccare e distruggere gli ospiti indesiderati.

In particolare è stato indagato il suo effetto sulla produzione di chitochine (le citochine sono molecole proteiche prodotte dal sistema immunitario in risposta ad uno stimolo).

Uno studio clinico ha valutato l’effetto della propoli sui livelli di citochine. Sono stati arruolati 10 volontari sani, di età compresa tra i 18 e i 45 anni, che assumevano per bocca 500 mg. di estratto secco di propoli al giorno, per 2 settimane. Si misuravano i livelli plasmatici delle principali citochine prima e dopo la terapia. Al termine della sperimentazione si è visto che la propoli causava un significativo aumento di tutte le citochine misurate, che raggiungeva il massimo valore dopo circa 13 giorni. Tale aumento della produzione delle citochine conferma i positivi effetti della propoli sul sistema immunitario.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: