Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Scheda Serenoa repens

Scheda Serenoa repens

Dossier - Scheda Serenoa repens



Famiglia: Palmeae. 

Habitat: originaria degli Stati Uniti meridionali, al limitare delle foreste di pini e sulle dune semisabbiose dalla Carolina alla Florida, in posizioni soleggiate.

Parte usata: il frutto.

Preparazioni farmaceutiche consigliate: estratto lipidico contenente dall'85 al 95% di acidi grassi. La sua dose giornaliera va da 2,5 a 4,5 mg. per kg di peso corporeo, in una o due somministrazioni, preferibilmente subito dopo i pasti.

Composizione chimica: è una pianta ricchissima di acidi grassi a catena media, sia saturi sia insaturi, per 2/3 in forma libera e per 1/3 in forma di esteri etilici. Vi sono anche parecchi fitosteroli.

Indicazioni principali: ipertrofia prostatica benigna.

Azione prevalente: antiprostatica.

Altre azioni: ostacola la caduta dei capelli.

Effetti collaterali: in alcuni casi può provocare moderati disturbi di stomaco, talvolta con senso di nausea. Rarissime sono le reazioni allergiche, essenzialmente di tipo cutaneo.

Controindicazioni: nessuna degna di nota.

Interazioni farmacologiche: non note.

Dati tossicologici: la dose letale per bocca nel ratto e nella cavia è superiore a 10 g. per kg di peso corporeo. Dosi di 5 g. per kg. di peso nel cane non hanno dato luogo a nessun effetto tossico. Dosi 40 e 80 volte maggiori di quelle terapeutiche date per 6 mesi a cani e a ratti non hanno provocato evidenti effetti collaterali né hanno causato alterazioni significative negli esami del sangue. E’ importante sottolineare il fatto che l’estratto di serenoa non sembra capace di ridurre l’attività sessuale. Non sono disponibili dati di tossicità per il feto.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: