Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Combattere l'aumento di colesterolo

Combattere l

Dossier - Combattere l'aumento di colesterolo



Del colesterolo conosciamo solo il lato negativo.
Ovvero i danni che provoca alla nostra salute quando si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni.

Il colesterolo, però è un elemento fondamentale in molti processi cellulari essenziali alla vita.

Appare come una sostanza bianca dall'aspetto simile alla cera ed è un componente essenziale della membrana che riveste le cellule del nostro corpo. Aiuta a proteggere le cellule dai cambi di temperatura e riveste le fibre nervose comportandosi come un isolante.
Contribuisce al processo di produzione degli ormoni sessuali: progesterone, testosterone, estradiolo e cortisolo.
Produce i sali presenti nel liquido biliare, fondamentale nel processo digestivo.
Partecipa al processo di sintesi della vitamina D quando ci esponiamo alla luce solare.

Quasi il 70% del colesterolo è endogeno (cioè prodotto dal nostro organismo) e si forma prevalentemente nel fegato. Il resto è esogeno (proveniente dall’esterno) e lo assumiamo attraverso l'alimentazione.
E' presente nei cibi di origine animale (carne, uova, pesce, pollame, latticini), mentre ne sono privi i cibi di origine vegetale.

Il corpo produce tutto il colesterolo di cui ha bisogno, quindi il colesterolo assunto con il cibo è in eccesso.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: