Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Angelini S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Angelini S.p.A. impiega cookie di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie. Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.

Combattere l'ipertensione arteriosa

Combattere l

Dossier - Combattere l'ipertensione arteriosa



L’ipertensione arteriosa è un disturbo in aumento tra la popolazione dei paesi industrializzati. Si tratta di una condizione piuttosto pericolosa per la salute, soprattutto perché spesso non causa sintomi evidenti per molti anni.

Solo in Italia gli ipertesi sono il 21% degli uomini e il 24% delle donne. Naturalmente, si tratta di una stima destinata a crescere.

Per ipertensione arteriosa si intende una pressione sanguigna con valori superiori a quelli ritenuti normali.

La Società Europea dell'Ipertensione e la Società Europea di Cardiologia hanno stilato una tabella di riferimento:

  • Ottimale  fino a 120 /80
  • Normale fino a 130/85
  • Normale-Alta  fino a 140/90
  • Ipertensione grado 1 (lieve) fino a 160/100
  • Ipertensione grado 2 (moderata) fino a 180/110
  • Ipertensione grado 3 (grave) oltre 180/110

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: