Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

I capillari fragili

I capillari fragili

Dossier - I capillari fragili



I capillari sono strutture sottili e fragili. Sono infatti i vasi sanguigni più piccoli del nostro organismo. Per questo sono facilmente soggetti a rotture e alla formazione di piccole varici, chiamate teleangectasie. Si manifestano con delle venature rossastre, se i capillari sono superficiali, o bluastre, se sono più profondi. Le venature si trovano sulla superficie della pelle delle gambe, soprattutto sulle cosce. La fragilità dei capillari non per forza è associata alle vene varicose. Una delle cause che porta alla rottura dei capillari è la ritenzione idrica, che fa sì che si accumulino nei capillari i liquidi in eccesso. I liquidi provocano la dilatazione e la rottura dei capillari. Un'altra frequente causa della comparsa in superficie dei capillari sono i traumi contusivi, anche piccoli (come quelli provocati dalla ceretta).
Come per tutte le patologie venose a carico delle gambe, le donne sono molto più soggette degli uomini alla fragilità capillare. A causa delle modifiche ormonali che si verificano, il periodo premestruale rende i capillari particolarmente deboli. Lo stesso accade con la gravidanza e l'assunzione della pillola.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: