Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Le vene varicose

Le vene varicose

Dossier - Le vene varicose



Le vene varicose, dette anche varici, sono una dilatazione o un allungamento delle vene delle gambe. Sono una delle manifestazioni più comuni dell'insufficienza venosa. Oltre a gonfiore, stanchezza, pesantezza, crampi, prurito, le varici si presentano come vene in evidenza sulla pelle delle gambe o delle cosce. Al primo stadio sono piccole righe bluastre, ma possono diventare grosse e in rilievo.
Le varici possono interessare sia le vene superficiali, sia quelle profonde, sia quelle perforanti. Le vene più colpite sono due vene superficiali, la piccola safena, che corre sul lato posteriore della gamba, e la grande safena, che corre sul lato interno.
Come per l'insufficienza venosa, il fattore scatenante è il ristagno di sangue, dovuto a una scarsa tenuta del tono delle vene e delle valvole interne alle vene.
Fattori ormonali, sovrappeso, clima caldo, gravidanza, posture del corpo errate, diete non bilanciate (magari ricche di sodio e scarse di fibre) traumi, troppe ore seduti sono tutti fattori che possono aumentare la possibilità di soffrire di vene varicose. Un altro grande fattore di rischio è la familiarità, sembra infatti che le vene varicose siano ereditarie. Le varici colpiscono il sesso femminile quasi quattro volte più che quello maschile.
Di per sé le vene varicose non sono particolarmente pericolose per la salute, anche se sono sicuramente antiestetiche. Ma devono essere curate in tempo per evitare le loro complicanze, fra cui le flebiti e i trombi, che invece possono avere gravi conseguenze. Le flebiti sono delle infiammazioni delle vene, soprattutto quelle superficiali. I trombi sono dei grumi di sangue che possono occludere la vena e impedire la circolazione del sangue.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: