Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Studi clinici sulla Vite Rossa

Studi clinici sulla Vite Rossa

Dossier - Studi clinici sulla Vite Rossa



Sono stati effettuati alcuni studi clinici, per valutare l’effetto protettivo venoso dell’estratto di vite da vino.

Un gruppo di pazienti con insufficienza venosa e resistenze capillari basse, pari a 16 mm di mercurio come valore medio, riceveva 100 mg al giorno di estratto di vite da vino. Dopo 15 giorni tale resistenza si elevava a 20,75 mm di mercurio, e raggiungeva i 22,7 mm di mercurio dopo 30 giorni. Questo aumento delle resistenze capillari favorisce la circolazione del sangue venoso e ostacola la formazione delle varici venose.

Un altro studio condotto su 30 pazienti con insufficienza venosa di media entità ha dimostrato una diminuzione del 20% del tempo di riempimento dei vasi capillari e un miglioramento della velocità di scorrimento del sangue nei vasi capillari del 30%, dopo 3 mesi di terapia con 300 mg al giorno di estratto di vite da vino. Si ha dunque un aumento della velocità del flusso sanguigno capillare, il che consente di migliorare la quantità di ossigeno che arriva ai tessuti.

Un altro studio effettuato su 78 pazienti con varici venose degli arti inferiori ha evidenziato, dopo 30 giorni di terapia, un notevole miglioramento di sintomi quali pesantezza delle gambe, crampi, formicolii, prurito, dolori. Un altro studio clinico ha coinvolto un gruppo di pazienti con insufficienza venosa cronica, che ricevevano per via orale l’estratto di vite da vino alla dose di 100 mg. al giorno. Al termine della sperimentazione l'80% dei pazienti ha riferito un sensibile miglioramento dei sintomi di cui soffrivano, che iniziava ad evidenziarsi dopo 10 giorni di terapia.

Un altro studio clinico ha coinvolto 260 pazienti con insufficienza venosa moderata degli arti inferiori, allo scopo di valutare l'effetto di un estratto di vite da vino sulla circolazione venosa. Essi prendevano questo estratto per un periodo di 12 settimane, con valutazione del volume della parte inferiore delle gambe, della circonferenza del polpaccio e dei sintomi di cui soffrivano attraverso la compilazione di un apposito questionario. Al termine della sperimentazione il volume medio della parte inferiore delle gambe era notevolmente diminuito. Anche la circonferenza del polpaccio e i sintomi erano nettamente diminuiti. La tollerabilità è stata ottima, poiché solo 2 pazienti si sono lamentati di moderati e incostanti dolori allo stomaco.

14-11-2013

Potrebbe interessarti anche: