Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Angelini S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Angelini S.p.A. impiega cookie di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie. Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.

Le piante che aiutano a perdere peso

Le piante che aiutano a perdere peso

Dossier - Le piante che aiutano a perdere peso



Esistono molte piante e molti prodotti naturali in grado di aiutare a controllore l'eccesso di peso, o a favorirne la stabilizzazione, e a limitare gli inestetismi della cellulite.

L'alga marina, ricca di iodio, migliora il funzionamento della tiroide ed è utile nei casi in cui il soprappeso abbia un'origine metabolica. La si può usare in abbinamento con il guaranà, una pianta usata in Sudamerica per preparare una bevanda stimolante. Il guaranà è utile per fermare i morsi della fame.
Lo stesso effetto si ha con glucomannano, che è ricco di fibre e quindi serve a ridurre l'assorbimento di grassi e zuccheri. Al glucomannano si può associare la garcinia cambogiana, da cui si ricava un estratto ricco di acido idrossicitrico, che agisce sull'assorbimento dei grassi. Anche l'ispagula è un ottimo coadiuvante del glucomannano, perché stimola la motilità intestinale.
Il baccello di fagiolo è indicato per chi cerca di mantenere il peso forma. La faseolamina in esso contenuto blocca l'assorbimento dei carboidrati. Al baccello di fagiolo si associa il chitosano, una sostanza derivata dal guscio dei crostacei. Il chitosano impedisce l'assorbimento dei grassi, facendo in modo che non vengano digeriti. Inoltre aiuta contro la stitichezza, perché quando viene assunto con molta acqua, si gonfia e distende le pareti dell'intestino. Un transito intestinale accelerato riduce l'assorbimento dei nutrienti contenuti negli alimenti.
Il tè vergine (o tè verde) è ricco di tannini e di sostanze nervine, come la teina e la teofillina, che diminuiscono l'appetito.
La pianta più indicata per la cellulite è l'ananas. Il suo gambo è ricco di bromelina, un enzima con grandi capacità antinfiammatorie e antiedemigene. La pilosella è il coadiuvante più indicato dell'ananas, dato che è un ottimo diuretico e depurativo, utile contro la ritenzione idrica. Sempre per questo problema si può utilizzare l'ortosifon, che aumenta la secrezione urinaria e la produzione biliare ed è anch'esso diuretico e depurativo.

15-11-2013

Potrebbe interessarti anche: