Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Enotera contro gli eczemi

Enotera contro gli eczemi

Dossier - Enotera contro gli eczemi



Famiglia: Onagraceae.

Habitat: originaria dell\'America del Nord, cresce ormai spontanea anche nelle regioni temperate dell'Europa, in particolare su terreni sciolti e in posizioni soleggiate.

Parte usata:i semi.

Preparazioni farmaceutiche consigliate: olio titolato in acido gamma linolenico min. 8%, il cui dosaggio giornaliero va da 10 a 15 mg. per kg di peso corporeo, suddiviso in due somministrazioni subito dopo la colazione e la cena.

Composizione chimica: è una pianta assai ricca di un olio contenente abbondanti acidi grassi insaturi e cioè acido gamma linolenico, acido linoleico, acido oleico.

Proprietà terapeutiche: gli acidi grassi essenziali, cioè quelli che non possono essere sintetizzati dall'organismo umano, sono costituenti importanti dei fosfolipidi delle membrane cellulari, perchè servono ad assicurarne l’elasticità e l'integrità. Inoltre sono i precursori di sostanze fondamentali per i processi immunitari e coagulativi come prostaglandine, leucotrieni e trombossani.

Azione sulla cute: l'olio di enotera è attivo contro la dermatite atopica, che colpisce molto frequentemente i bambini, e che è caratterizzata da intenso prurito, arrossamento e desquamazione della pelle. In effetti i pazienti affetti da dermatite atopica hanno una ridotta attività dell'enzima delta-6-desaturasi, che converte l'acido linoleico in acido gamma-linolenico, con presenza nel sangue di livelli di acido cis linoleico abnormemente alti e dei suoi derivati nettamente più bassi. Inoltre questi pazienti sono molto più sensibili agli effetti negativi degli anti-infiammatori non steroidei a livello gastrico rispetti ai soggetti non colpiti da questa malattia. L’olio di enotera è molto utile in questi pazienti perché fornisce loro buone quantità di acido gamma-linolenico, che l’organismo di questi soggetti non è in grado di produrre a causa del deficit enzimatico citato in precedenza.

Alcuni studi clinici rigorosi sono stati condotti su bambini che soffrivano di dermatite atopica, una parte dei quali riceveva per via orale l'olio di enotera e gli altri un placebo per periodi compresi tra 30 e 60 giorni. Al termine delle sperimentazioni si osservavano significativi miglioramenti dei sintomi di questi bambini con normalizzazione dei livelli di acidi grassi poli-insaturi nel sangue e dei loro derivati nei bambini dei gruppi trattati con l’enotera rispetto a quelli dei gruppi che ricevevano il placebo. In tutti questi studi non sono stati notati evidenti effetti indesiderati.

È stato anche fatto un lavoro di valutazione della letteratura scientifica esistente per quanto riguarda l’effetto dell’olio di enotera in pazienti con eczema atopico. Sono stati inseriti 26 lavori clinici di accettabile qualità, che hanno coinvolto in totale 1207 pazienti. Questi studi indicano che l’olio di enotera riduce i sintomi tipici di questi pazienti come prurito, grattamento, arrossamento e gonfiore, con effetto che diventa evidente dopo 4-6 settimane. D’altronde questo effetto viene ridotto e mascherato dall’uso concomitante e assai frequente dei cortisonici. In nessuno di questi studi sono stati registrati effetti collaterali rilevanti. Questo lavoro di valutazione della letteratura scientifica esistente indica che l’olio di enotera è ragionevolmente efficace in pazienti con eczema atopico, e che tale effetto viene ridotto dall’uso concomitante dei cortisonici.

Indicazioni principali: dermatite atopica, eczemi, eritema solare, scottature solari, mastopatia fibrocistica (presenza di cisti alle mammelle), sindrome premestruale.

Azione principale: protettiva cutanea.

Altre azioni: decongestionante mammaria, utile nella sindrome premestruale.

Effetti collaterali: nessuno degno di nota.

Controindicazioni: nessuna in particolare.

Interazioni con farmaci: l'olio di enotera non deve essere usato assieme ai farmaci anticonvulsivanti perché può abbassare la soglia alla quale avvengono gli attacchi convulsivi.

Dati tossicologici: la dose letale nel ratto non è raggiungibile somministrando l’olio di enotera per via orale.


Bibliografia

  • C.A. Bartoletti, Medicina Estetica, Invecchiamento cutaneo, Editrice Salus, 1999.
  • Anna Zanardi, Psicosomatica della pelle, ed. Tecniche Nuove, 2005.
  • Gudrun Dalla Via, Il sole sulla Pelle, Fonte di benessere e di bellezza, ed. Il Punto d’Incontro.
  • Scilla di Massa, Antiossidanti per la bellezza, Red Edizioni, 2007.
  • Red-Ile/Adnkronos Salute.
  • http://it.wikipedia.org/wiki/Fototipo
  • Tutte le notizie sulle piante officinali sono redatte in collaborazione con la SIMN (Società Italiana di Medicina Naturale)

15-11-2013

Potrebbe interessarti anche: