Web Analytics
Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Acraf S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Acraf S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Sonno, alimentazione e relax

Sonno, alimentazione e relax

Dossier - Sonno, alimentazione e relax



Per recuperare le energie spese è necessario concedersi un po’ di ristoro, soprattutto perché persistere nell’attività sarebbe controproducente.

Quando viene a mancare la concentrazione si studia, ma non si ricorda ciò che si è letto, ci si applica con una lentezza che rende impossibile concludere il lavoro, e, nel caso in cui si stia praticando uno sport, il rischio è quello di farsi male seriamente, perché il corpo cede e le articolazioni non rispondono più correttamente agli stimoli.

Meglio fermarsi, se possibile fare un sonnellino o anche solo una breve pausa, noterete come, riprendendo l’attività poco dopo, i tempi di reazione siano migliori. Dormire bene è senz’altro il modo migliore per riprendersi, perché durante il sonno le funzioni neurovegetative vengono rallentate e si interrompe parzialmente il rapporto con l’ambiente esterno, isolando dagli stimoli visivi e uditivi.

Il tipo di alimentazione è indispensabile per fornire le calorie che, bruciando, generano energia e forza. Il trucco sta nel consumare pasti molto energetici ma leggeri, per favorire la digestione che, se difficoltosa, può causare un’ulteriore sensazione di sonno.

I momenti di distensione, il relax e il divertimento sono fattori altrettanto importanti come mangiare e dormire bene. Il fine settimana non basta per scaricare tutte le tensioni accumulate, meglio ritagliarsi piccoli spazi nel corso della giornata: due passi nel verde, una pausa al bar, un po’ di musica, una chiacchierata con gli amici, insomma, tutto ciò che può aiutare a sgombrare la mente.


Bibliografia

  • Nico Valerio, Manuale di terapie con gli alimenti, Arnoldo Mondadori Editore, 1995.
  • Dement Vaughan, Il sonno e i suoi segreti, Baldini Castoldi Dalai, Milano 2004.
  • Biofactors. 2006;26(2):147-59.
  • J Psychopharmacol. 2006 Mar 13.
  • Psychol Med. 34(1):51-61, 2004.

15-11-2013

Potrebbe interessarti anche: